NEWS

Dialoghi sul contemporaneo

il 19 Dicembre 2018

L’Associazione culturale Verticale d’Arte, in collaborazione con il Comune di Acquaviva Picena e con il Comune di San Benedetto del Tronto, presenta il progetto “ACQUAVIVA PICENA e SAN BENEDETTO DEL TRONTO: DIALOGHI TRA ANTICO E CONTEMPORANEO” che avrà luogo negli spazi di Palazzo Chiappini (Sede Municipio – Acquaviva Picena), Palazzo Sciarra (Sede della Banca BCC – Acquaviva Picena), nella Fortezza (Acquaviva Picena) e infine nel rinnovato tratto di lungomare situato alla foce del fiume Albula di San Benedetto del Tronto.

La proposta progettuale prevede tre iniziative che si svolgeranno negli edifici suddetti e che vedranno protagoniste l’arte antica e i linguaggi del contemporaneo.

Un progetto che desidera innescare nella comunità locale, e non solo, sensibilità, stimoli e curiosità ai linguaggi dell’arte in generale e in particolare al contemporaneo, fondamentali per comprendere l’essenza stessa del processo creativo che oggi evolve a ritmi sempre più incalzanti e per questo, purtroppo, molto spesso incompresi.

Oggi più che mai, risulta fondamentale avvicinare il pubblico alle dinamiche dell’arte per farne capire le influenze incrociate, i riferimenti culturali non più arginati in rigidi steccati geo-politici, la risonanza mediatica e la pluralità di sguardi critici.

Creare un interesse trasversale nei confronti di un pubblico – di giovani, adulti, di persone del luogo o provenienti da altri centri – che si senta sempre più coinvolto e spinto a fruire di eventi culturali, tra antico e contemporaneo, uniti ad esperienze sensoriali e di gusto è uno dei punti nodali del progetto presentato.

Far vivere i luoghi dell’arte attraverso iniziative culturali trasversali rappresenta da sempre la cifra identificativa dei progetti targati Verticale d’Arte, cercando di valorizzare le peculiarità storico-artistiche, architettoniche e paesaggistiche del luogo nel quale si opera e nel contempo portare i territori interessati a dialogare con i linguaggi del contemporaneo; il risultato è la creazione di sinestesie inedite e calibrate per l’occasione.

FainplastDialoghi sul contemporaneo